Ebbene…

..dal 16 dicembre si cambia ufficio, location di lavoro e tipologia di lavoro…

Una nuova esperienza si apre di fronte a me.

Sono elettrizzata.

Spero di riuscire a farmi valere in questa nuova realtà!

Di certo io ce la metterò tutta!

Annunci

e poi…

…guardo fuori dalla finestra dell’ufficio per un attimo di svago…

… e ti vedo, sulle impalcature del palazzo di fronte, intento a dare gli ultimi ritocchi alle finestre del palazzo..  i tuoi pantaloni ad altezza ginocchio lasciano intravedere un culo che di più pelosi ed orrendi credo di non aver mai visto.

Ed io ringrazio il cielo di non aver pranzato!

In ufficio..

La tapina si aggira per corridoi deserti, accanto a lei solo rotoli di polvere (non è vero puliscono benissimo…. ma devo far scena, e l’ambientazione è tutto) spostati dall’aria condizionata, rotolano come fossero balle di fieno in una landa desolata…

colorito tra il verde cadavere e il rosso peperone, dato dalla prolungata esposizione alla luce solare, occhiaie fin sotto le ginocchia, sguardo spento e andatura scimmiesca, braccia protese verso l’agognata macchinetta del caffè, e un suono esce dalle sue secche labbra: CAFFEEEEEEEEE’…

raggiunto l’oggetto del desiderio e infilata la chiavetta si ode un urlo isterico: MAPPORCATROIA, MA GIUSTO OGGI DOVEVA ROMPERSI STA STRONZA???

La nostra protagonista ha poi raggiunto la macchinetta del secondo piano ed è riuscita a bere ben 3 orridi caffè… tutti di fila.

No, non mi sono ancora svegliata, ma in compenso ho una nausea da caffè chimico che lévate…

i piaceri del lavoro bancario

14.06.12

Ore 09.43: Inviata e-mail alla controparte X  con richiesta di pagamento.

Ore 10.30: Inviato primo sollecito alla controparte X chiedendo gentilmente di rispondere all’email di cui sopra.

Ore 11.40: Inviato secondo sollecito, questa volta meno gentile, sempre alla controparte X chiedendo a che punto fosse la ns richiesta.

Ore 12.10: chiamata alla controparte X per accertarsi che qualcune stesse effettivamente muovendo deretano per rispondere alla mia richiesta. Mi informano che se ne stanno occupando e che aspettano un’autorizzazione. Chiedo gentilmente di rispondere almeno all’e mail. mi assicurano che lo faranno in brevissimo tempo.

Ore 13.10: seconda chiamata alla controparte X chiedendomi se non siano già in pausa pranzo. Rispondono. Riporto conversazione:

D= darkvampirella

X= controparte X (per l’appunto)

X(sempre stesso tizio della precedente telefonata): Pronto?

D: Buon pomeriggio, sono D, dell’ufficio Y di banca Z, vi richiamo per sapere a che punto è la nostra richiesta, come sapete abbiamo il cut off dei regolamenti con il nostro Back office alle 15.00 e non vorrei che si creassero disagi..

X(interrompendomi): Sìsì, ma mi avete chiamato un quarto d’ora fa!!!

D(cominciando ad alterarsi): in realtà vi ho chiamati esattamente un’ora fa, e mi avete assicurato che avreste dato risposta, affermativa o negativa alla mia e mail quanto prima, come stavo cercando di dire prima, il nostro BO ha il cut-off per i pagamenti alle 15.00, quindi la risposta sta diventando urgente…

X: Sì vabbè ma vi rispondiamo in MATTINATA.

D: Sarebbe l’1 del pomeriggio, direi che è un po’ tardi per rientrare nella mattinata.

X: sì beh, vi rispondiamo in giornata.

D: vi ricordo il cut-off delle 15.00.

X: Sì ok, alle 15.00.

D: Cut-off del Back Office alle 15.00, noi i dati dobbiamo averli pronti prima di quell’ora, altrimenti entro le 15.00 il nostro Back Office non avendo i dati non è in grado di fornire  i dati alla tesoreria creando problemi con i pagamenti.

X: sì beh vi faccio sapere in mattinata!

D: Non so se a Bari il fuso orario sia differente, ma la mia mattinata lavorativa è iniziata alle 8.00 non certo alle 13.20! E’ dalle 9.40 che state verificando, per favore rispondete appena mettete giù la cornetta o mi troverò costretta a ricorrere all’escalation! GRAZIE e SALUTI.

…..E vaffanculo direi!

sfogo…

ok… alla prossima telefonata del collega che parlando con la moglie parla di cacche, vomiti, poppate e quant’altro della bambina, m’incazzo!

Mapporcatroia, si può sapere per quale cazzo di motivo deve affliggere gli astanti con queste schifezze immonde riguardanti la sua vita?

Non ce ne frega un’emerita minchia se tua figlia si caga addosso fino alle ascelle, se ti vomita nel letto, e a quale cazzo di ora ha mangiato!!!!!!

Se vuoi parlare con tua moglie di queste cose fallo lontano dalle nostre orecchie! E FOTTITI!

 

Bene, mi sono sfogata. Ora torneremo (forse) a toni più civili.