Un anno fa…

Esattamente un anno fa a quest’ora, le 8.30, mi arrivava la chiamata di uno zio sconvolto.

‘E’ morta, mi hanno portato via anche lei, sono rimasto solo… è morta la mamma!’ diceva singhiozzando.

Esattamente un anno fa, un’oretta circa, prima di questa telefonata, te ne sei andata.

Il brutto dei ricordi è questo… tracciare una linea netta tra il prima e il dopo, prima e dopo la tua morte.

Quante cose sono cambiate, quante scelte, quanti litigi, quante sofferenze, quanti scontri e quanto dolore. Quanti sforzi si son fatti e si continuano a fare…

Quante volte metto da parte e nascondo i miei problemi, i miei dolori, le mie sofferenze, per fare da buffone di corte, o semplicemente per ascoltare e sostenere gli altri. E’ uno sforzo enorme, sai? Spesso crollo, la notte.

A volte vorrei qualcuno che mi ascolti senza parlare, senza proporre soluzioni, solo per farmi sfogare. Ma non c’è mai tempo, non c’è mai la voglia.. c’è sempre qualcuno che sta peggio di me.

Mi manchi nonna, mi manchi come non mai… mi manca il tuo sapermi leggere dentro.

Arrivederci nonna…

Annunci