Vampiri

Quando si ha davanti una proposta un po’ folle e particolare in molti si chiedono perchè.

Io ho deciso di dire, perchè no?

E così via verso qualcosa di nuovo, un mondo di finzione, costumi e oscurità. Un mondo di nuove persone da conoscere e con cui collaborare.

Accomi alla ricerca di costumi, maschere e trucchi. Sono in fibrillazione! XD

…citazione…

"Certo, una volta conoscevo una a Memphis, di nome Sally, aveva una gamba sola. La chiamavano 'Sally gamba sola'…"
"Non voglio sentirla."
"Cosa vuoi sentire?"
"Voglio sentire la porta che si chiude dietro di noi, il fuoco che crepita nella stufa e la teiera che inizia a fischiare mentre il mio uomo strimpella Walkin' Man's Blues su una National"
"Ti basta poco" disse Catfish.
"Pensavo ti piacesse" disse lei, poi prese la sua mano scheletrica nella sua e lo condusse oltre il dirupo in cerca di un passaggio.

Sesso e Lucertole a Melancholy Cove – Cristopher Moore.

citazioni..

Per quanto uno possa raggiungere la verità,
niente può lenire la sofferenza di perdere una persona amata.
Non c'è verità, sincerità, forza, dolcezza
che ci possa guarire da una sofferenza del genere.
L'unica cosa che possiamo fare è superare la sofferenza attraverso la sofferenza,
possibilmente cercando di trarne qualche insegnamento
pur sapendo che questo insegnamento non ci sarà di alcun aiuto
la prossima volta che la sofferenza ci colpirà all'improvviso.

Norwegian Wood
Tokyo blues

Murakami Haruki

Non ti lascerò mai solo…

Ecco… ieri sera (notte…) per qualche ora, questo libricino mi ha tenuto compagnia.

Che dire… Panariello mi ha piacevolmente stupita.. 130 pagine circa… un concentrato di emozioni, parlando di un cane entrato quasi per caso nella vita di Francesco…

In 130 pagine è riuscito a farmi piangere… (si, proprio a me…) ha toccato alcune corde dell’anima che solo chi ama profondamente gli amici a quattro zampe (non solo i cani…) riesce a comprendere di cosa stia parlando. E anche una ferita semi – rimarginata.. mi è sembrato di rivivere un pezzo della mia vita…

Ora, ringrazio profondamente la mia piccola quadrupede pelosetta per essere entrata nella mia vita, e avermi "salvata".

Ecco alcune frasi che mi hanno fatto riflettere… che potrebbero tranquillamente essere pezzi della mia vita (cambiando i nomi…)  altre che toccano il cuore:

QUESTA E’ UNA CITAZIONE ALL’INIZIO DEL LIBRO:

"Non dobbiamo guadagnarci la sua fiducia o la sua amicizia: è nato per essere nostro amio; quando i suoi occhi sono ancora chiusi, lui già crede in noi; prima ancora di nascere, ha già dato se stesso all’uomo

da IL MIO CANE di MAURICE MAETERLINCK"

QUESTI SEMBRANO PEZZI DELLA MIA VITA (soprattutto la riflessione in grassetto):

"..la storia con Mia era arrivata al capolinea (..omissis…) …un uomo, una donna e un cane, la loro storia ruotava intorno a questi tre elementi e proprioa causa di uno di questi tre fattori,che corrispondeva al nome di Poldo, sembravaessersi arenata. Ancora una volta Francesco non si rendeva conto che in fondo l’arrivo del cane aveva semplicemente messo in evidenza certi lati oscuri del suo carattere che lo rendevano incapace di gestire una relazione, con un animale come con un essere umano. Se non riusciva ad appagare i semplici bisogni di un quadrupede disposto a ricambiarlo con un affetto incondizionato, come avrebbe potuto soddisfare quelli più complessi di una persona che aveva scelto di stare al suo fianco alla pari, in un rapporto fatto di azioni e parole legate a un meccanismo di causa effetto? Aveva fallito, buttando tutto all’aria a causa del suo egoismo infantile e della sua incapacità di ascoltare gli altri…."

 

"…quali sono i coloridell’arcobaleno?

– Vuoi che te li dica davvero? Quando guardo un arcobaleno avverto una sensazione magica, come se un pittore, tutte le volte che mi appare, lo disegnass per me e ogni volta che mi succede sento che è un evento unico datomi in dono, e osservo i colori stupendi, nitidi. Il violetto, il blu, il verde, il giallo, l’arancione e il rosso. Forse ti sembrerò patetica, come dici tu molto spesso, invece credo di essere una sognatrice, o forse vivo solo molto intensamente la realtà e raramente mi dimentico di ringraziare qualcuno o qualcosa, quando al mattino mi alzo con le mie gambe e ho al fortuna di vedere il cielo, di sorrdere, di piangere, di sentire il canto degli uccellini che fanno da colonna sonora al meraviglioso film della vita.

– non ti ho mai ritenuta patetica, anche se spesso te lo dicevo per non appesantire i tuoi stati d’animo. Mia, il fatto è che non puoi salvare il mondo e a mio avviso tu sprechi troppe energie per gli altri. io forse ho un modo un po’ particolare di affrontare le cose, perchè ritengo che la vita sia un intrigante gioco, un bluff, uno scherzo, e per questo ho sempre cercato di difendermi da tutto e da tutti, forse perchè sono un debole e di fronte alle difficoltà e alle responsabilità ho sempre scelto di mostrare la parte di me che fa finta di nulla, che mi dice che tutto va bene, che non mi ha fatto mai amare intensamente qualcuno, tranne me stesso. Sai qual’è il mio problema? Che le cose che davvero amo, le allontano. Come del resto ho fatto con te.

Certo, e ci sei riuscito alla grande con me e con Poldo, forse i due esseri viventi che ti hanno capito meglio, che ti hannosaputo perdonare anche quando le tue reazioni sono state incomprensibili, talvolta disumane e ciniche. Ho pensato tante volte che non potevo essermi innamorata di un essere così insulso, ma più tentavo di scavare dentro di te, più ottenevo il contrario e mi mettevo continuamente in discussione, pensando si essere sempre io quella sbagliata, fino a che un giornoho deciso che non potevo continuare a distruggermi nella speranza di essere amata."

 

Credo che Panariello abbia un’animo profondo, dolce e malinconico… sono felice di aver letto il suo libricino! 🙂

 

Paranoie…La finestra rotta

E’ da qualche giorno ormai, da quando ho terminato il libro di Deaver, che mi girano acune idee inquietanti per la testa.

Se un giorno dovessi ritrovarmi accusata di un crimine che non ho commesso, e tutte le prove portassero a me, perchè l’assassino, avendo accesso a mie informazioni personali conoscesse tutto, e dico proprio tutto di me, potendomi facilmente incastrare… come potrei reagire?

Peggio ancora, se dovessi essere io la vittima di quest’uomo?

Ecco, queste sono le paranoie che mi creano alcuni libri… O_o’