Domani sarà il momento della verità…
sono agitata…
non riesco a pensare.

AIUTO!

Annunci

20 anni e non sentirli..

Cercare una persona su Facebook, desiderando con tutta l’anima che lui ci sia. Trovarlo. Uscire una sera dopo quasi 20 anni e pensare che lui, il tuo migliore amico delle scuole elementari, colui per il quale hai sofferto piangendo, colui che ha "ispirato" il nome del tuo fratello minore… lui è lì davanti a te, e non ci avresti mai creduto se te l’avessero detto…
Parlare parlare parlare, davanti ad una birra, che a stomaco vuoto ti ha fatto diventare un po’ brilla, parlare come se vi foste visti l’ultima volta la sera prima, tanta è la sintonia che aleggia in quel tavolo… in quel pub.
Rientrare tardissimo e bersi un caffè in tranquillità, continuando a riempire quel buco nero di quasi 20 anni…

In definitiva ho passato una serata stupenda, durante la quale mi sono sentita "a casa", una sensazione difficile da provare per me. E che per questo ha reso ancora più speciale la serata da ripetere spesso!

Grazie L!!!

Sta volta ci sono caduta con tutte le scarpe, anzi, direi con tutto il corpo e l’anima.
Sono innamorata.
Davvero.
Non riesco a mangiare.
Non riesco a dormire.
Aspetto trepidante le sue risposte.
Se parlo di lui mi sbrilluccicano gli occhi, e presumo assumano anche la classica forma a cuore (o da pesce lesso…)

Mapporc… ma perchè? Non potevo rimanere così com’ero… tutta felice nel mio mondo??? Invece no.. sono di nuovo malata di questa strana malattia, che invece di indebolirti, ti rende più forte, combattiva, e pure più bella dicono (io lo spero… chi lo sa?). In ogni caso, se gli effetti sono questi, non prenderò alcuna medicina, perchè spero vivamente di NON guarire MAI!