Un anno…

Ciao Nonno M, oggi è un anno che non ci sei più.

Quest’anno, la giornata è più fredda, tu non lo avresti sopportato. Odiavi il freddo. Odiavi anche il caldo quando lo sentivi, se è per questo, ma tant’è…

In quest’anno son successe tante cose sai? Io mi sono messa in gioco, e fino ad ora mi è andata bene, Mamma è dimagrita tanto, ed ora sta benissimo, Lorenzo anche ha perso un sacco di chili, e ancora ne sta perdendo, ed è sempre più bello lui!

La cosa negativa è che uno dei tuoi figli si è dimostrato senza polso né cervello, e rovina la vita agli altri. Stiamo cercando di arginare il male che può fare, ma non sempre è facile, sai? Sua moglie poi ci mette il carico da 90 per rendere la vita ancora meno semplice. Ma noi stiamo uniti , e cerchiamo di proteggere il più debole, come tu vorresti.

Come dicevo, è una giornata fredda questa di oggi, e tu mi manchi, mi manchi sempre più di quanto vorrei.

Ti voglio bene nonno!

5-12-30

Sono  i numeri che sto odiando.

Nonna I. ieri erano due mesi. Due mesi che non ci sei più.

Nonno M. lunedì saranno otto mesi senza di te.

Nonna T. il 30 saranno cinque anni e dieci mesi che te ne sei andata…

Vorrei potervi incontrare un’altra volta anche solo un abbraccio, anche solo in sogno… spero che lì dove siete stiate bene e siate sereni, finalmente.

mi sto riempiendo le giornate, le ore  e i minuti per non pensare.

In sei mesi un intera radice dell’albero è stata sradicata.

In sei mesi di loro mi rimangono solo i ricordi.

Della loro cadenza, delle loro abitudini, delle litigate di quello che amavo e di quello che odiavo di loro… solo ricordi.

E fa male. E anche se provo a non pensare, la malinconia mi assale, nella notte si insinua prepotente tra le pieghe dei miei sogni, e mi sveglia.

Ma di giorno indosso la mia maschera, carico il mio zaino di impegni, e parto…

Ho paura di rallentare, come se facendolo potesse accadere di nuovo, a qualcun’altro che amo. E non ce la farei… questa volta no!

ciao

Non ho nemmeno più lacrime per piangere.

Ciao nonna… avrei voluto che tu vedessi molte cose del mio percorso di vita, e invece….

Ciao nonna, il paradiso è un luogo così vicino…

non sarai mai troppo lontana. (cit.)

Apro e chiudo parentesi.

Sarah:

Tutti a giocare ai detectives..
tutti presi dalla morbosità di sapere…
tutti a bramare i dettagli più nascosti…
tutti giudici e psicologi a questo mondo…
tutti a reclamare l'anteprima
tutti avevano già intuito…
tutti a violentare ancora ed ancora la sua povera anima!

Non so chi e cosa mi faccia più schifo.
Sono disgustata da questa gente.

Ed ora non ne parlerò più.

SAMARCANDA – Vecchioni

Ridere, ridere, ridere ancora,
ora la guerra paura non fa,
brucian le divise dentro il fuoco la sera,
brucia nella gola vino alla sazieta',
musica di tamburelli fino all'aurora,
il soldato che tutta la notte ballo',
vide fra la folla quella nera signora,
vide che cercava lui,e si spavento'.
"Salvami, salvami, grande sovrano,
fammi fuggire, fuggire di qua,
alla parata lei mi stava vicino,
e mi guardava con malignita'".
"Dategli, dategli un animale,
figlio del lampo, degno di un re,
presto, piu' presto perche' possa scappare,
dategli la bestia piu' veloce che c'e'".
Corri cavallo, corri ti prego
fino a Samarcanda io ti guidero',
non ti fermare, vola ti prego
corri come il vento che mi salvero'
Oh oh cavallo, oh oh cavallo,
oh oh cavallo, oh oh cavallo, oh oh".
Fiumi poi campi poi l'alba era viola,
bianche le torri che infine tocco',
ma c'era fra la folla quella nera signora
stanco di fuggire la sua testa chino':
"Eri tra la gente nella capitale,
so che mi guardavi con malignita',
son scappato in mezzo ai grilli e alle cicale,
son scappato via ma ti ritrovo qua!"
"Sbagli, t'inganni, ti sbagli soldato
io non ti guardavo con malignita',
era solamente uno sguardo stupito,
cosa ci facevi l'altro ieri la'?
T'aspettavo qui per oggi a Samarcanda,
eri lontanissimo due giorni fa,
ho temuto che per ascoltar la banda
non facessi in tempo ad arrivare qua.
Non e' poi cosi' lontana Samarcanda,
corri cavallo, corri di la'…
ho cantato insieme a te tutta la notte
corri come il vento che ci arrivera'
Oh oh cavallo, oh oh cavallo,
oh oh cavallo, oh oh cavallo, oh oh".