nuovi strumenti in cucina!

 

 

Chi mi conosce un po’ sa quanto io ami cucinare… ebbene, queste vacanze hanno portato in casa tre strumenti nuovi, di cui uno desiderato da tempo: il mattarello per i ravioli! Accanto ad esso altri due piccoli amici: il mattarello per le tagliatelle e quello per i tagliolini! Non resta che impastare! ūüôā

 

 

101_0861 101_0862 101_0863 101_0864 101_0865 101_0867 101_0869 101_0870

 

 

 

 

 

schiscetta luculliana e ode alla parmigiana

Oggi a pranzo Parmigiana!
Adoro le melanzane, e la parmigiana è la morte loro. Davvero.
Siccome io e i fritti, o meglio, il mio corpo e i fritti, non vanno troppo d’accordo, e devo per vari motivi mangiare leggero, la mia parmigiana non √®, necessariamente, quella tradizionale, ma √® altrettanto gustosa.
Per farla bastano pochi ingredienti:

-melanzane grigliate in quantità
-una bottiglia di passata di pomodoro Mutti, solo mutti e nient’altro che Mutti, o una delle conserve fatte in quantit√† industriali durante l’estate, ma anche pi√Ļ bottiglie vanno bene, perch√® nella mia parmigiana il sugo √® iper abbondante.
Рuna busta di Parmigiano Reggiano Рaborro il Grana padano, e Poi è Parmigiana, non GranaPadana, quindi Parmigiano sia. Il gusto è differente, sapevatelo.
– mazzi e mazzi e mazzi e mazzi di basilico.

ora, prendiamo una teglia di vetro (si perch√® la cuoceremo nel microonde) o di porcellana, (no alluminio et ferro et rame et simili) schiaffiamoci dentro abbondante sugo almeno a ricoprire il fondo, poi spolverizziamo con il parmigiano, ricopriamo con un abbondante strato di basilico (senza lasciare buchi, mi raccomando) e poi uno di melanzane, e via daccapo finch√® non finisce tutto, ma il sugo e il basilico devono sempre essere abbondanti. Chi ama il cibo molto saporito magari potrebbe aggiungere anche un pizzichino di sale, ma per me va bene gi√† il gusto meraviglioso che da’ il sugo con il basilico e quel poco di parmigiano che tiene insieme il tutto. Ah, io non metto l’olio, perch√® cuocendo nel microonde non √® necessario, per me, ma se piace, perch√® no? Io, ogni tanto, lo aggiungo a crudo, ne sento meglio il gusto e lo preferisco cos√¨.
In ogni caso, finiti tutti gli ingredienti e terminando ovviamente con sugo e parmigiano per far formare la crosticina, si cuoce nel forno a microonde per circa una mezz’ora, o per lo meno fin quando il sugo si √® un po’ ristretto e il parmigiano ha fatto la sua bella crosticina.

Io me la magno sia fredda che calda che tiepida… insomma, l’adoro.
Poi certo, i puristi della Parmigiana mi vorranno sparare a vista, ma per me questa √® una vera prelibatezza, ormai abituata a pesce e carne cotti in ogni modo light… e verdure crude o cotte, ma poco condite. ūüė¶
Pranzetto meraviglioso questo. Se po vogliamo aggiungere che la parmigiana di oggi è stata fatta con una delle ultime conserve fatte da nonna I. mi sento quasi inumidire gli occhi..

Me pasticcera.

Ieri ho avuto la brillante idea di sfornare i baci di dama per la festa di compleanno della genitrice che si svolgerà domani sera.

Data la quantità di gente e la media di ingordi che ci si ritrova in famiglia ne ho fatto un cospicuo impasto.

Data la predilezione della genitrice  e il suo recente avvicinamento alla dieta ho ben pensato di farli mignon.

Il risultato?

5 ore e mezza a far palline, infornare e sfornare e riempire sti stramaledetti dolci, e una nausea da profumo di vaniglia inenarrabile…

Per carit√†, visti assieme fan scena e son bellini (poster√≤ le foto appena avr√≤ tempo a casa..), e pure buoni da quel che dice il fratello, visto che¬† √® stato nominato assaggiatore ufficiale per la prova qualit√† (io non¬† potevo nemmeno pi√Ļ sentirne l’odore senza star male) per√≤ se penso a quanto ci √® voluto per farli tutti e in quanto poco¬†tempo finiranno… ecco… mi cadono un po’ le braccia…

Per di pi√Ļ mia mamma ha anche detto che forse non li assagger√† nemmeno in quanto √® a dieta. E’ stata naturalmente minacciata di morte!!!!!!!!!!

E sta sera: preparazione crostate e rag√Ļ di salsiccia sempre per la festa di domani… (ma non era a dieta?)

Vi prego rapitemi!!!!!!!!!!!!!!!

ESAMI DEL SANGUE: EPILOGO

Affidarsi alla genitrice per leggere referti degli esami del sangue senza averli sottomano direi che non è esattamente il massimo…
Accorgersi che non c'è quasi nulla che non funzioni, solo dei valori che, è evidente che non riuscendo a tenere nulla nello stomaco si abbassino…
Il tutto è rassicurante… ora vediamo i prossimi esami cosa tirano fuori…
Intanto andiamo avanti a Meritene…
 

…gorgogl√¨o…

Questa è una sensazione che conosco.

Non è necessariamente positiva, ma mi è molto familiare…

…dopo tanto tempo mi sento di nuovo "a casa", sento il mio corpo, e sto trovando la forza di dominarlo.

 

Ultimamente mi guardavo sopravvivere.

 

Da sta sera si riprendono in mano le redini del gioco. E poi vediamo come va!

..MAH..

 

Ieri ho rivisto mia cugina, quella francese, è venuta in Italia a studiare aal’università.. E ho visto anche mio zio… che baffoni che ha!!!!!!!!!!!!!! Non sembra nemmeno un siciliano emigrato in Francia… sembra un bergamasco! E’ fantastico! Intanto ho scoperto che Julie… oltre a questo nome si chiama pure Francesca… nome che detesto x diversi motivi, che non sto a spiegare o si fa notte! Vabbè… si è un po’ imbruttita, anche se mia mamma la trova bella, mah… punti di vista… per me la bellezza è ben altra, ovvero com’era prima… moooooooolto meglio! Comunque… mia nonna è uscita dall’ospedale ieri.. ed ora sono un po’ più rilassata! In compenso sto male fisicamente, non riesco a toccare cibo e quando mangio non riesco a finire le porzioni. Spero di migliorare anche col mal di testa che mi sta facendo scoppiare il cervello! Speriamo che in serata torni tutto alla normalità!

KEBAB

Finalmente dopo un bel po’ di tempo che sento parlare di kebab, sia bene che male… oggi l’ho mangiatooooooooooooo!!!!!!!!!!! E l’ho trovato fantastico! Non mi ha messo le odiate cipolle, quindi me lo sono gustato davvero! Davanti al cimitero di quel di Cologno Monzese! Col becchino seduto sulla panchina sui 35-40 credo, capelli lunghissimi (arriverò anchìio ad averli così lunghi… parola di scout!) e la panciona…

Un po’… Undertaker che rimane il mio wrestler preferito! (anche se non era vestito di nero… ma vabbè)

Ok… ho divagato… fa nulla!

 

 

 

CIPOLLE

Vi spiego cosa è successo prima. Un mio collega mangia in ufficio portandosi il cibo da casa.. e molto spesso porta le cipolle, che secondo me sono chimiche, fanno una puzza enorme. Io odio l’odore ( il sapore ) delle cipolle e dell’aglio… e lui, pur sapendolo continua imperterrito a portarsi la sua c***o di insalata di cipolle, infestando l’ufficio (che già di x se è piccolo, quindi gli odori ristagnano!)!Un giorno finiranno fuori dalla finestra entrambi!!!!!!!!!!!

bleah

DA UNA MAIL

Procedure di qualità

 

 

L’altra settimana ho portato degli amici ad un ristorante e ho notato che il cameriere

 

 

che ci ha preso l’ordinazione aveva un cucchiaio nel taschino della camicia, ma non ci ho fatto caso più di tanto.

 

 

 

 

Però mi sono accorto che ce l’aveva anche il ragazzo che ha apparecchiato… Mi sono guardato intorno e ho visto che tutto il

 

 

 

 

personale aveva un cucchiaio nel taschino.Quando il cameriere è tornato, gli ho chiesto il perché del cucchiaio.

 

 

 

 

"Vede – mi ha spiegato – i titolari si sono rivolti alla Andersen Consulting, esperti in efficienza, per revisionare le procedure del

 

 

 

 

ristorante. Dopo mesi di analisi statistiche, hanno concluso che i clienti fanno cadere il cucchiaio il 78% piu spesso che altre posate,

 

 

 

 

per un totale di circa 3 cucchiai all’ora. Se il personale è pronto per queste evenienze, possiamo ridurre i viaggi

 

 

 

 

cucina-sala, risparmiando 1.5 ore/uomo ogni sera".

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Appena ha finito di parlare, da un tavolo e caduto un cucchiaio. Il cameriere l’ha sostituito subito, e ha spiegato:

 

 

 

 

"Ora ho tutto il Tempo di prenderne un altro di riserva con comodo, quando passerò dalla cucina, invece di andarci apposta".

 

 

 

 

Ero impressionato. Il cameriere continuava a prendere gli ordini, e mentre i miei amici ordinavano,

 

 

 

 

 ho continuato a guardarmi intorno. Mi sono così accorto che ciascun cameriere aveva un cordino che dall’asola dei

 

 

 

 

pantaloni finiva dentro la cerniera. La curiosità mi ha spinto a chiedere al cameriere che cosa fosse quel cordino.

 

 

 

 

"Mi complimento per il suo spirito di osservazione,

la Andersen ha scoperto anche che potevamo risparmiare tempo in gabinetto. Ehm…

 

 

 

 

Tirandolo fuori col cordino, possiamo avvicinarlo all’orinatoio senza toccarlo, eliminando la necessità di lavarsi le mani; cosi il tempo trascorso in

 

 

 

 

Bagno si riduce del 58%".

 

 

 

 

"Ok, capisco – ho detto io – il cordino vi aiuta a tirarlo fuori, ma come lo rimettete dentro?"

 

 

 

 

"Beh – ha sussurato – non so gli altri camerieri, ma io uso il cucchiaio…".