E…

… Da oggi non sono più soccorritore allievo, ma soccorritore a tutti gli effetti.

Da oggi sono il terzo uomo sull’ambulanza…

un po’ come compiere 18 anni… emozionante e terrorizzante nello stesso tempo.

Più responsabilità, anche degli allievi che mi affiancheranno.

Felice? Sì.

Impaurita? Anche di più.

Ma è giusto e va bene così.